BICCHIERE PER COCKTAIL MOJITO

Sai già qual è il bicchiere per cocktail da utilizzare per il Mojito? Spesso capita di vedere nei bar e pub usare i contenitori più disparati, ma ogni bevanda ha il proprio bicchiere, e questo non fa eccezione. È un cocktail dalle origini antiche e merita tutto il rispetto, partendo dal bicchiere esatto da utilizzare. Il Mojito cubano è ormai famoso in tutto il mondo, ma pochi conoscono le sue origini e di conseguenza la ricetta originale. Servito nel suo bicchiere per cocktail è il drink che serve per sopravvivere a questa calura estiva.

La nascita del Mojito

Partiamo dalla sua nascita. Il famoso drink cubano è stato inventato da Sir Francis Drake, il pirata diventato famoso per aver compiuto una delle prime circumnavigazioni del globo terrestre. Grazie a Hemingway poi il Mojito ha incontrato il successo in tutto il mondo, svariati anni dopo è ancora sulle labbra di tutti. Si tratta di uno dei miei cocktail preferiti, proprio ora che scrivo ne sto sorseggiando uno. Il bicchiere per cocktail che ho acquistato mi regala qualche attimo di frescura, trovo piacevole sentire il materiale freddo contro il palmo della mano.

Il primo nome del Mojito è stato “Il Draque”, dal soprannome del pirata che l'ha inventato. Francis Drake lo chiamava “il coraggio liquido”. Ti starai chiedendo perché. Te lo spiego subito. È la bevanda per eccellenza che non doveva mancare sulla sua nave. Nel XVI secolo ci voleva fegato, in ogni senso, per assalire le navi, depredare e trafficare. Il Mojito vede la luce per la prima volta durante l'assedio a L'Avana, nel 1586, ed era a base di zucchero di canna, succo di lime, foglie di hierbabuena, acqua e aguardiente (acquavite distillata dalla canna da zucchero). Conoscere questa storia mi fa fare un viaggio nel passato, osservo il bicchiere per cocktail del mio Mojito e riesco a respirare l'aria cubana.

Il cocktail che conosciamo oggi, invece, con il nome di Mojito è nato nell'Ottocento, quando Don Facundo Bacardi Massò perfezionò le tecniche di distillazione e invecchiamento. Ma cosa è cambiato nel tempo? Qual è la vera ricetta del Mojito?

La ricetta originale del Mojito

Quello che molti di noi hanno bevuto, al di fuori di Cuba s'intende, è il sacrilegio del Mojito. Infatti in Italia siamo soliti schiacciare sul fondo del bicchiere per cocktail fette di lime, zucchero grezzo e foglie di menta, aggiungendo poi ghiaccio tritato e Rum.

La ricetta originale però è la seguente:

  • 4cl di Rum bianco

  • 3 cl di succo di lime fresco

  • 6 rametti di menta (meglio se hierbabuena)

  • 2 cucchiaini di zucchero di canna bianco

  • soda o acqua gasata

La preparazione è davvero semplice. Prendi il bicchiere da cocktail e mettici lo zucchero, il succo di lime (non le fette!), il rum e i rametti di menta. Ora amalgama il tutto premendo delicatamente le foglie di menta, senza usare il pestello, questo è importantissimo. Dopodiché unisci il ghiaccio a cubetti. Il ghiaccio tritato che spesso viene utilizzato è il meno adatto perché si scioglie subito, annacquando così questo squisito cocktail. Infine aggiungi la soda, o l'acqua gasata. Un altro rametto di menta per decorare et voilà!

Quale bicchieri per cocktail usare 

Il bicchiere per cocktail esatto per il Mojito è il tumbler alto, dalla forma cilindrica. Io l'ho acquistato direttamente da Amazon, è stato un acquisto fatto con coscienza. L'azienda che produce questi bicchieri è italiana, ogni articolo è 100% Made in Italy. Produce sia bicchieri per cocktail che per birra, acqua, vassoi, bar-mat e molti altri articoli. Dalla prima volta che ho provato gli articoli di Garnet Europe per me questa azienda è diventata una garanzia. Non sono amante dei bicchieri di vetro, perché occupano troppo spazio e si rompono con facilità. Trovare quindi dei bicchieri di plastica, resistenti, infrangibili, no monouso e impilabili per me è stata una manna dal cielo.

Per preapare il Mojito quindi munitevi di questo bicchiere, e se vi manca anche di un bar spoon, cioè un cucchiaino con il manico allungato che è l'ideale per mescolare e schiacciare leggermente gli ingredienti che abbiamo visto prima. E con questo avete tutto. Ora vi manca solo l'assaggio! Cin cin.

Approvato il bando per il divieto del monouso

7653762bfc4e56f292b30a9f19c4994d
Finalmente è ufficiale: l'Italia ha approvato il bando alla plastica monouso dal 3 Luglio 2021. I bicchieri, le posate e le cannucce sono gli elementi che spesso finiscono per inquinare i nostri mari. Gli articoli no monouso, come i bicchieri di plastica riutilizzabili, ormai sono una valida ed efficace alternativa per essere responsabili verso l'ambiente.

La battaglia contro la plastica monouso è iniziata nel 2008, ma ancora si protrarrà nel tempo. Infatti la plastica biodegradabile è ancora utilizzabile, e per quanto riguarda i bicchieri per il momento se ne limiterà solo il consumo e la produzione. Di sicuro è meglio optare per soluzioni più sostenibili per un minor impatto sul nostro ecosistema.

Da un articolo di Focus/Ambiente è chiaro che se avessimo rimandato questa decisione entro il 2050 i nostri mari sarebbero stati pieni più di plastica che di pesci. La plastica monouso provoca danni irreversibili al Pianeta. Il 37% dei rifiuti di plastica a livello globale infatti è gestito male, o non gestito del tutto. Questo comporta una mancata raccolta, e una dispersione in natura o in discariche abusive.

Prediligere articoli che durano nel tempo è una scelta importante. I bicchieri di plastica riutilizzabili per esempio sono una ottima alternativa. Hanno una lunga durata, sono sicuri, sostenibili e rispettano tutte le normative in ambito alimentare. Meglio persino di quelli di vetro,che si presentano sì belli, ma pericolosi e inutilizzabili in certe situazioni e alcuni ambienti.

Ci sono aziende, 100% Made in Italy, che rispondono bene a questa esigenza. Fra queste ci siamo noi, Sky-Glass. Siamo operativi nel settore da più di 20 anni, precedendo i tempi. Portiamo avanti una fornitura di articoli professionali per bar e ristoranti, avendo un occhio attento alle necessità del nostro ecosistema. Non solo bicchieri di plastica riutilizzabili, ma molto altro ancora. Potete trovare tutte le nostre offerte visitando la homepage.

I prodotti che offriamo sono impilabili, sicuri, e studiati per resistere anche alle alte temperature del lavaggio in lavastoviglie. Sopratutto tutti gli articoli sono riutilizzabili a lungo. Produciamo bicchieri di plastica riutilizzabili, piatti dal design raffinato ed elegante, attrezzature per bar tender come pestelli, miscelatori, bar-mat, e molto altro ancora. Curiamo e aggiorniamo costantemente il nostro catalogo per offrirvi la soluzione adatta a ogni vostra necessità, senza mai rinunciare alla praticità dei prodotti e alla competitività nel mercato attuale.

Solo insieme possiamo cambiare il futuro del nostro Pianeta, e lasciare così un mondo sano alle future generazioni. Affidatevi a scelte ecosostenibili. Guardate il nostro catalogo per contribuire alla salute della Terra così da scegliere consapevolmente.

 

divisorio

Addio plastica monouso

 

Plastica monouso al bando dall'Ue entro il 2021: addio a piatti, cannucce e cotton fioc

Entro il 2021 il consumo di oggetti in plastica monouso sarà vietato in tutta l'Unione Europea. Articoli usa e getta come posate, bastoncini cotonati per pulirsi le orecchie, piatti, cannucce, miscelatori per bevande (le palettine per mescolare il caffè) e bastoncini per palloncini, infatti, costituiscono oltre il 70% dei rifiuti marini. È la proposta votata oggi dal Parlamento Europeo e passata con 571 voti favorevoli, 53 contrari e 34 astenuti. L'Eurocamera avvierà negoziati con il Consiglio non appena i ministri Ue avranno stabilito la propria posizione comune. La proposta è stata avanzata della relatrice Frédérique Ries (Alde, Belgio), che ha ringraziato «la plenaria per il suo massiccio sostegno». 

Fonte : Il messaggero.it

 

 divisorio                  

 

 

Quando la plastica diventa BIO

acqualimone“Se la vita ti offre dei limoni... fanne una Bioplastica”

Gli scenziati dell’Institut Català d’Investigació Química (ICIQ) hanno "interpretato" a modo loro il vecchio detto e hanno sviluppato il metodo per produrre un policarbonato ecologico privo di bisfenolo A (BPA).

La plastica è uno dei materiali più utilizzati nella fabbricazione di oggetti usati nella vita quotidiana e ormai è intorno a noi dappertutto. È composta da un idrocarburo biosfenolo A (detto anche BPA), che nonostante sia classificato come sostanza chimica sicura, lascia comunque la perplessità che riguarda i possibili effetti nocivi.

L’obiettivo di ricercatori dell’ICIQ è divenuto quello di trovare una variante ecologica.  Così è stato sviluppato un policarbonato che impiega limonene, l’idrocarburo contenuto nella buccia degli agrumi, e CO2. Gli scienziati hanno fatto reagire il limonene con l’anidride carbonica ed hanno ottenuto un prodotto composito chiamato PLDC ossia carbonato di polilimonene. Questa bioplastica era già stata creata nel 2000, ma solo adesso i ricercatori sono riusciti a migliorare le sue proprietà termiche, facendolo diventare il policarbonato con la massima temperatura di transizione vetrosa.

Come spiega Arjan Kleij, il capo del team: “Possiamo iniziare ad aggiungere piccole quantità di limonene, per rimpiazzare progressivamente il BPA; passo dopo passo, il processo di adattamento potrebbe portare a nuovi materiali derivanti da questa bioplastica con proprietà simili, o addirittura nuove e migliorate”.

divisorio

Stop all'uso di bicchieri usa e getta - Perchè?

Stop all'uso di bicchieri usa e getta- Perchè? 

   In un mondo caratterizzato, nel bene e nel male, dalla velocità, si ritiene erroneamente che le stoviglie usa e getta siano più convenienti di quelle riutilizzabili.

Perché allora dire stop all'uso delle stoviglie mono uso?

      La risposta è semplice: i materiali più utilizzati per la fabbricazione di stoviglie usa e getta sono ottenuti dalla lavorazione del petrolio. Inoltre, in questo processo vengono impiegati più di duecento litri di acqua. 
Uno spreco che non possiamo più sostenere: pensate a quante stoviglie di plastica vengono gettate dopo un solo utilizzo nei pub, nei bar o durante manifestazioni e sagre! 
      Soltanto in Italia vengono vendute e buttate via quasi 115.000 tonnellate di stoviglie mono uso all’anno. 
Il bicchiere riutilizzabile costituisce così una soluzione ideale sotto tutti i punti di vista. 
ecobicchiere           I bicchieri in plastica rigida riutilizzabili non sono solo più ecosostenibili di quelli usa e getta, ma sono anche più resistenti di quelli di vetro che possono facilmente rompersi. 
          Oggi in commercio esistono diversi modelli e possono essere persino personalizzati, come sanno bene i produttori di birra. Non più dunque bicchieri di vetro da collezione, adesso il nuovo trend riguarda anche i modelli riutilizzabili in plastica. 
        Sono sempre più numerosi i locali che hanno deciso di adottare, ad una cifra irrisoria, la politica della cauzione sul bicchiere. A fine serata, dopo aver bevuto la propria birra o qualsiasi altra bevanda, è possibile renderlo, recuperando la cauzione, o decidere di tenerlo come ricordo. Gestori e proprietari ottengono, in questo caso, un ulteriore guadagno. Così, possiamo dare una mano anche all'ambiente.
      I bicchieri riutilizzabili sono sicuri, possono essere lavati svariate volte, anche in lavastoviglie!

divisorio

 

pagamento-long
Copyright © SkyGlass 2012                                 

SERVIZIO CLIENTI

FAQ
Account