Raccolta differenziata: ma dove finiscono i bicchieri ed i piatti usa e getta ?

A differenza di quanto si è portati a pensare i bicchieri mono uso non vengono ricicliati.

Dal 1° maggio 2012 i bicchieri e piatti monouso possono essere inseriti nei contenitori di raccolta della plastica, ma non saranno lavorati per essere riutilizzati in altri modi come accade per esempio alle bottiglie dell'acqua.

Spesso il consumatore viene tratto in inganno dal simbolo del riciclabile che ormai troviamo su quasi tutti gli articoli in plastica. In realtà tale simbolo serve solo ad indicare un numero che differenzia i vari tipi di plastica, ovvero i codici di riciclaggio.

Il numero 1 identifica il PET (la plastica per le bottiglie dell'acqua)

Il numero 2 il Polietilene (i flaconi di colore bianco per esempio)

Il numero 3 il PVC (i flaconi trasparenti dei detergenti per esempio)

etc...

Il numero 6 identifica il PS (polistirolo/polistirene) che comprende tutte le posate, tutti i piatti e bicchieri monouso.

Tali articoli, una volta giunti allo stabilimento di reciclaggio, vengono separati ed inceneriti esattamente come un rifiuto non differenziato. 

Tutta la plastica in linea teorica è riciclabile, ma non esistono le strutture adeguate per poter riciclare una così grande varietà di plastiche diverse (senza contare gli articoli che sono prodotti con due o tre plastiche completamente diverse, come ad esempio gli spazzolini da denti,  o le scatole per il microonde), così per il momento è più semplice riciclare le bottiglie di plastica dell'acqua ed eliminare tutte le altre plastiche.

E se pensate che in Italia è stata stimata un'immissione sul mercato di 7 milioni di tonnellate di plastica (tra articoli monouso e articoli packaging)

  

Riportiamo una fonte: http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/05/23/raccolta-differenziata-piatti-getta-nella-plastica-finiscono-nellinceneritore/239858/

divisorio

 

pagamento-long
Copyright © SkyGlass 2012                                 

SERVIZIO CLIENTI

FAQ
Account