Quando la plastica diventa BIO

acqualimone“Se la vita ti offre dei limoni... fanne una Bioplastica”

Gli scenziati dell’Institut Català d’Investigació Química (ICIQ) hanno "interpretato" a modo loro il vecchio detto e hanno sviluppato il metodo per produrre un policarbonato ecologico privo di bisfenolo A (BPA).

La plastica è uno dei materiali più utilizzati nella fabbricazione di oggetti usati nella vita quotidiana e ormai è intorno a noi dappertutto. È composta da un idrocarburo biosfenolo A (detto anche BPA), che nonostante sia classificato come sostanza chimica sicura, lascia comunque la perplessità che riguarda i possibili effetti nocivi.

L’obiettivo di ricercatori dell’ICIQ è divenuto quello di trovare una variante ecologica.  Così è stato sviluppato un policarbonato che impiega limonene, l’idrocarburo contenuto nella buccia degli agrumi, e CO2. Gli scienziati hanno fatto reagire il limonene con l’anidride carbonica ed hanno ottenuto un prodotto composito chiamato PLDC ossia carbonato di polilimonene. Questa bioplastica era già stata creata nel 2000, ma solo adesso i ricercatori sono riusciti a migliorare le sue proprietà termiche, facendolo diventare il policarbonato con la massima temperatura di transizione vetrosa.

Come spiega Arjan Kleij, il capo del team: “Possiamo iniziare ad aggiungere piccole quantità di limonene, per rimpiazzare progressivamente il BPA; passo dopo passo, il processo di adattamento potrebbe portare a nuovi materiali derivanti da questa bioplastica con proprietà simili, o addirittura nuove e migliorate”.

divisorio

 

pagamento-long
Copyright © SkyGlass 2012                                 

SERVIZIO CLIENTI

FAQ
Account